• sachatellini

L’esplosione rock del Jazz Club: grazie Hillside Power Trio

Per tutti quelli che invocavano a gran voce che a Firenze venisse finalmente proposto un concerto rock, la serata risolutiva è arrivata ieri sera. Il merito è da spartire fra il Jazz Club, locale che ha ospitato l’evento, e quel terzetto decisamente energico, che a ritmo di colpi di chitarra, basso e batteria ha regalato una scarica di adrenalina unica dentro al locale di Via Nuova de’ Caccini.

Già, che piacere sentire - e vedere - all'opera quella grande rock band che è l’Hillside Power Trio.

Da sinistra a destra: Giuseppe Scarpato (voce e chitarra), Marco Confetti (batteria) e Marco Polidori (basso)

Dalla fine degli anni Novanta, il trio capitanato da Giuseppe Scarpato (per la serata accompagnato da Marco Polidori al basso e da Marco Confetti alla batteria), continua tutt'oggi ad offrire spettacoli di altissimo profilo, per uno show che si rivela in continuo mutamento, ricco d’improvvisazioni e interpretazioni d’autore.

Giuseppe Scarpato ieri sera al Jazz Club di Firenze

E che interpretazioni. Sono decisamente coinvolgenti le cover di alcuni grandi brani che hanno segnato la storia del rock. C’è spazio, fra i tanti grandi successi proposti, per White Room dei Cream, Don’t let me be misunderstood dei Santa Esmerald, Come togheter dei Beatles, Sweet Dreams (Are Made of This) degli Eurythmics, autentiche perle di una serata che vive in continuo crescendo.

Marco Confetti in uno scatto durante il concerto di ieri sera

All’insegna dei grandi successi del rock, Firenze ripercorre gli anni che così tanto hanno lasciato al mondo della musica, assaporandone tutta la magia e l’incanto, grazie anche all'atmosfera intima del locale che suggella il tutto.

Giuseppe Scarpato e Marco Confetti durante il concerto di ieri sera al Jazz Club

Ci sarà posto anche per Fortunate Son dei Creedence Clearwater Revival, prima della fine del concerto, chiuso da una bellissima cover di Lonely Boy (The Black Keys).


Grazie Hillside Power Trio, la speranza è di rivedervi al più presto sopra al palco.


Clicca qui per leggere la nostra recente intervista a Giuseppe Scarpato.


Articolo di Sacha Tellini.

Le fotografie sono di Giulia Ghinassi e Fabio Martini.

© 2018 by Rockography. Tutti i diritti riservati.

  • Bianco Spotify Icona
  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • envelope-icon