• berrettinis

Handlogic: l'anello di congiunzione tra musica elettronica e musica suonata

Un progetto musicale che offre un sapiente e curato mix tra alt-pop, elettronica, cool jazz e R&B: questi sono gli Handlogic.

Nascono nel 2016 a Firenze come un trio che nello stesso anno riesce sia a vincere la 28esima edizione del Rock Contest (Controradio) sia a pubblicare la prima fatica EP (si tratta di un EP di 4 tracce) ed il lavoro svolto è così apprezzato dalla stampa che, nel 2018, i giovani poco più che ventenni fiorentini scelgono di produrre una versione remix di EP (EP Remixes) all'interno della quale saltano all'occhio (e all'orecchio) collaborazioni di vari artisti come Alberto Ferrari (Verdena), Appino (Zen Circus) e Giulio Ragno Favero (Teatro Degli Orrori).

Nel Maggio 2019 la band, che nel frattempo è diventata un quartetto, pubblica il primo LP dal titolo Nobodypanic; il gruppo, composto da Lorenzo Pellegrini (voce e chitarra), Leonard Blanche (tastiere), Alessandro e Daniele Cianferoni (rispettivamente basso e batteria), ritiene che la propria opera sia "un collage eclettico di canzoni agrodolci in cui lottano pulsioni opposte. E' uno sguardo malinconico sul conflitto tra il lato oscuro e quello luminoso della personalità: i racconti di un corpo assente, guidato da una mente iper-razionale e da un ego oppressivo. Ma è anche uno sguardo dolce, che sa cogliere la bellezza che le piccole cose della vita sono in grado di regalare".


La cover picture di "Nobodypanic"

Il disco Nobodypanic è suonato benissimo ed è davvero apprezzabile la cura meticolosa negli arrangiamenti; un sound che sa essere elegante, distorto e armonioso allo stesso tempo e che rimanda più di una volta a varie scene britanniche degli anni '90: ora al rock sperimentale dei Radiohead, ora al trip-hop dei Massive Attack ed ora al pop-jazz degli Everything But The Girl. Durante l'ascolto è possibile godere di pulsanti groove elettronici, di momenti quasi ipnotici e di altri assolutamente rilassanti, grazie anche ad una voce pulita e soave che tavolta può addirittura ricordare vagamente quella di Chet Baker.

In Supernatural si fondono chitarre rock ,chitarre acustiche su basi elettroniche e ottoni soul: è la canzone d'overture per eccellenza in quanto in questo brano sono presenti tutte insieme le componenti dell'intero album. Chitarre distorte in un groove soul e batteria "sporca" per Communicate, brano la cui produzione è stata tra le più complesse, ma la band si ritiene molto felice del risultato (l'assolo di chitarra è suonato interamente da un computer). Long Distance Relationship è la piccola gemma preziosa che ogni album che si rispetti deve avere, una ballad jazz dolce, intima, che parla d'amore e di incertezza e che può arrivare anche a fare piangere. Perched è un brano tenero, melodioso e minimal con voci manipolate per esorcizzare le cose brutte della vita e condividere con gli altri la propria ancora di salvataggio. La cover dei Radiohead Paranoid Android viene qua completamente stravolta e le coordinate dell'essenza del pezzo vengono decontestualizzate e riscritte: d'altro canto, secondo gli Handlogic il miglior modo per rendere omaggio agli artisti che più amano è cercando il meno possibile l'imitazione.


Handlogic al completo - photo credit: Fleisch Agency

Dunque un album in cui vari stili musicali diventano uno solo per poter affrontare il tema della dualità tra tenebre e sfolgorii dell'animo umano, in una ricorrente atmosfera agrodolce. C'è chi li ha definiti un piccolo miracolo tra le produzioni italiane indipendenti, per maturità e creatività. Che si tratti di miracolo o meno, gli Handlogic ci offrono spunti originali e intriganti rappresentando decisamente una realtà più che interessante che merita già grande attenzione ed un ascolto accorto.

Tracklist completa di Nobodypanic:

1. Supernatural

2. Ego

3. Communicate

4. Long Distance Relationship

5. Scribbles

6. Perched

7. Gratitude

8. A Little Life Paranoid

9. Android articolo a cura di Simone Berrettini

© 2018 by Rockography. Tutti i diritti riservati.

  • Bianco Spotify Icona
  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • envelope-icon