• sachatellini

Grazie Maestro, l'ultimo concerto di Ennio Morricone

Aggiornato il: 15 lug 2019

Sotto le Mura Storiche di Lucca si è tenuto l'ultimo concerto del maestro Ennio Morricone. La sua straordinaria carriera - Oscar alla carriera e per la miglior colonna sonora, più di 500 colonne sonore scritte, alcune delle quali sono diventate più famose degli stessi film per i quali sono state composte - si chiude tra standing ovation e lacrime, davanti a 20.000 persone.


Ennio Morricone durante il concerto di ieri sera al Lucca Summer Festival

L’ultimo concerto del Maestro fa parte della tournée con cui il compositore ha deciso di dare il suo addio alla musica dal vivo. The Final Concerts ha preso il via a gennaio 2019 da Cracovia e ha visto Ennio Morricone suonare nelle maggiori città europee.

La scaletta del concerto è stata fedele ai precedenti eventi, divisa in 3 parti: "Epico Storico", "Modernità del mito nel cinema di Sergio Leone", il "Cinema dell'impegno" e un "Encore" finale.

Il Maestro, dopo un cenno con la mano per salutarci, è partito in quinta con Gli intoccabili, colonna sonora per l'omonimo film di Brian de Palma, e tutto di un fiato, ha suonato La tenda rossa e Atame. Dopo averci lasciato la possibilità di concedergli una standing ovation, ha chiuso la prima parte del concerto con Ostinato ricercare per un immagine e Nostromo, che ha visto l'ingresso sul palco del soprano Susanna Rigacci, impressionante. Nella seconda parte risuonano quindi le canzoni che hanno fatto la storia del cinema western: L'uomo dell'armonica da Cera una volta il west, tre capolavori dal film Il buono, il brutto, e il cattivo - in ordine, Il forte, Il buono, il brutto e il cattivo e L'estasi dell'oro - e per chiudere L'ultima diligenza per Red rock, Oscar per la colonna sonora nel penultimo film di Quentin Tarantino The hateful eight. La terza parte, "Il cinema per l'impegno", si apre dopo un corposo intervallo, e vede al centro della scena anche la cantante solista Dulce Pontes. Si vola.

Ennio Morricone durante il concerto al Lucca Summer Festival

Si parte con la Luz prodigiosa, si prosegue con La battaglia di Algheri, Sacco e Vanzetti, Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto, Sostiene Pereira, La classe operaia va in paradiso, Vittime di guerra, Abolicao e chiude con i tre capolavori di Mission: Gabriel's Oboe, Falls e Come in cielo così in terra.

Bis: dopo un'altra lunga e appassionata standing ovation, il maestro ci regala le ultime emozioni, facendoci scendere qualche lacrima con le struggenti note di Nuovo cinema Paradiso, per poi chiudere con L'estasi dell'oro e Abolicao.


Grazie Maestro


Articolo di Maurizio Savi.

Si ringrazia il Lucca Summer Festival per la gentile concessione delle foto.

© 2018 by Rockography. Tutti i diritti riservati.

  • Bianco Spotify Icona
  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • envelope-icon