• Giorgio Cappai

Follia e coscienza mano nella mano.


Gli Impatto Zero sono una band di Trequanda, caratteristico borgo del senese immerso nella natura, ed è sorprendente come un contesto del genere possa portare dei musicisti a generare dei brani così abrasivi e duri.



Copertina dell'ep "Inni Generazionali"


"Inni Generazionali", prodotto da Enrico Zoi della Blue Dot Production, raffina quanto la band fece con la loro prima release del 2015, "Mi odio", nata dalla produzione di Jacopo Gigliotti e Andrea Marmorini, creando un Post hardcore "polveroso", con influenze industrial derivante dall'uso di tastiere e sinth (volendo citare nomi altisonanti, immaginate i Ministry che fanno un disco insieme agli Helmet).


La band al completo


Quello che ne deriva sono 5 canzoni tirate, nelle quali l'amalgama sonora claustrofobica creata dalla voce, dalle chitarre e dall'elettronica, viene alleggerita da un pregevole e ricercato lavoro alla batteria, pieno di cambi di tempo e accenti, affiancato da parti di basso puntuali e, passatemi il termine, "concrete".




Se siete fan dei Karma to Burn, degli Orange Goblin, dei One Dimentional Man, degli Helmet e band simili non posso che consigliarvi questa l'ascolto.


LISTA BRANI

1. OMG

2. Felici per metà

3. Inni generazionali

4. Cosa vuoi?

5. 1984


Articolo a cura di Giorgio Cappai.

© 2018 by Rockography. Tutti i diritti riservati.

  • Bianco Spotify Icona
  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • envelope-icon