• Laura Della Corte

Black Flowers Cafe: l'indie-pop made in Calabria

I Black Flowers Cafe sono quattro ragazzi di Cosenza: Angelo, Antonio, Fernando e Gaetano. Dal 2009 ad oggi hanno prodotto due album ricchi di sfumature e adesso sono pronti a regalarci il loro nuovo progetto.




L’uscita del singolo Stage One https://soundcloud.com/lalumacadischi/stage-one-radio-edit/s-fVI1YKjNNtp, della band made in Cosenza, anticipa la partenza per continuare il viaggio iniziato con l’Ep Islands e che continua con il loro nuovo album Flow, fuori il 29 maggio per La Lumaca Dischi.

Il loro sound continua a mantenere la sua identità di flower pop, come la band lo ama definire, che è un melting pot di brit-pop e influenze mediterranee e frammenti afrobeat.

Il singolo Kinshasa ne è la riconferma, https://soundcloud.com/lalumacadischi/kinshasa/s-ZdPt60zKO1m, e grazie al nome ci porta alle temperature della capitale del Congo.

Per chi non avesse ascoltato ancora questa band consiglio anche l’ascolto della loro cover di Passionfruit di Drake, una reinterpretazione che porta alla luce il loro sound liquido e poetico.

Pezzi dal sound quasi ipnotico ma con un sottofondo di vivacità, ricordano i primi U2 e richiamano i The War on Drugs soprattutto in pezzi come Caribe e January. Chitarre, batteria e basso si amalgamano lasciando alla voce la capacità di trasportare in atmosfere nuove. Sarebbe bellissimo immaginare la band a suonare questi pezzi nella loro terra d'origine che offre delle perle paesaggistiche paradisiache. Toccare per credere, anzi ascoltare per credere.



articolo a cura di Laura Della Corte.

© 2018 by Rockography. Tutti i diritti riservati.

  • Bianco Spotify Icona
  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • envelope-icon